Leonardo Doria Picchirallo  
nasce a Cerignola in provincia di Foggia.

Si forma artisticamente a Milano, dove oltre ad apprendere la tecnica accademica studia la tecnica moderna, contemporanea e jazz.
Suoi maestri sono G. Popescu, C. Ragghianti, Jon Lei, R. Pomper e Tery Waikel.

Giovanissimo inizia la sua carriera professionale per la televisione.
In RAI debutta a Torino in una trasmissione con la regia di E. Fenoglio, ballando nelle coreografie di R. Greco e S. Egri. Sempre in RAI danzerà a fianco di grandi show girl quali Lorella Cuccarini, Loretta Goggi, Raffaella Carrà e Heather Parisi e avrà l’opportunità di collaborare con personaggi dello spettacolo del calibro di Gigi Sabani, Sandra Mondaini e Raimondo Vianello.

Al teatro dell'Elfo di Milano partecipa alla produzione "Hellzapoppin " con la regia di G. Salvatores. Con lo stesso regista balla nel film "Sogno di una notte di mezza estate" affianco a G. Nannini. Balla anche nel film "L'ultima Mazurka" con la regia di G. Bettetini e le coreografie del M° M. Pistoni.
Per le celebrazioni del centenario della scomparsa di Bela Bartok partecipa alle rappresentazioni de "Il Mandarino meraviglioso" e "Sonata per due pianoforti e percussioni" al museo d'arte moderna G. Pompidù di Parigi.
Al Festival “Spazio-Aperto” di Nervi ottiene ottimi consensi da parte della critica di danza V. Ottolenghi per la sua interpretazione in una coreografia di Tery Waikel. Danza al Teatro alla Scala di Milano nella produzione "Onegin" con la regia di A. Koncialowski, al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino in "Fairy Quinn" con la regia di L. Ronconi e al Teatro Olimpico di Vicenza ne "L’Edipo Tiranno" con la regia di G. De Bosio e le coreografie di M. Bigonzetti.

Nel 94 fonda l'associazione culturale "77bis dance" di cui ne è Presidente. Con essa metterà in scena, ottenendo peraltro un grande successo, uno spettacolo rivolto ai giovani che ha come tema la storia della danza dagli inizi ai giorni nostri, in coproduzione con il Teatro Fraschini ed il provveditorato agli studi di Pavia.

A Milano al Teatro S. Lorenzo, per il giorno di S. Valentino crea "Serata d'Amore", uno spettacolo di danza, musica e poesia, per 7 danzatori, viola, violoncello, violino, pianoforte e cantante lirica. Lo stesso spettacolo verrà replicato nella stagione dei Teatro Pubblici pugliesi al Teatro Mercadante di Cerignola. Con la regia di F. Restani e le musiche di F. Mantovani (già premio Nino Rota), coreografa l'opera musical "Faust" Nel 1999 gli viene assegnato il premio "Fiorello La Guardia" come danzatore.

Dal 1987 al 2005 fa parte del Corpo di Ballo della Fondazione Arena di Verona, dove parteciperà a tutte le produzioni di balletto.
Qui sarà interprete sia nei titoli classici del repertorio quanto nelle produzioni di moderno e contemporaneo, interpretando anche numerosi ruoli solistici.

Nella sua carriera professionale ha l’opportunità di ballare al fianco di ballerini di fama internazionale, tra i quali ricordiamo R. Nureyev, V. Vassiliev, C. Fracci, O. Dorella, G. Jancu, D. Wood, V. Durante, L. Savignano, E. Terabust, V. Malakhov, P. Doupont, R. Bolle e molti altri, collaborando con coreografi affermati tra i quali A. Amodio, D. Ezralow, M. Bigonzetti, Robert North, J. Russillo, L. Massine.
Tra i ruoli più importanti ricordiamo l’interpretazione nel ruolo di Frate Lorenzo in “Romeo e Giulietta” di R. North, in “Morte a Venezia” di F. Flindt, in “Zorba il Greco” di L. Massine e nel ruolo di Friz nello “Schiaccianoci” di J. Russillo.